Russamento e apnee

Il russamento è una condizione molto diffusa in tutta la popolazione: molto spesso è un “semplice fastidio” per chi ci dorme vicino, altre volte può essere segnale di una problematica che deve essere intercettata e trattata per evitare sonni poco riposanti, sonnolenza diurna e perfino scompensi respiratori e cardiocircolatori.

Il russamento è dato da un’insufficienza respiratoria delle vie nasali, che porta il nostro organismo a respirare con la bocca aperta.
Quest’insufficienza può causare delle “apnee”, cioè dei momenti in cui si smette di respirare anche per qualche secondo. Nella maggior parte dei casi le apnee non portano a svegliarsi completamente durante la notte, quindi non ci rende conto di soffrirne. Le apnee notturne possono essere più o meno frequenti, nei casi più gravi si arriva ad andare in apnea più volte in un minuto o per moltissimi secondi di seguito. È scientificamente provato che le apnee notturne portano nel tempo a scompensi in tutto l’organismo, aumentando il rischio di malattie cardiocircolatorie, diabete di tipo 1 e obesità oltre che aumentare il rischio di incidenti stradali per il mancato sonno.

Per diagnosticare il tipo di disturbo del sonno si esegue una polisonnografia, cioè un monitoraggio costante del sonno grazie ad uno specifico apparecchio che consente di individuare il tipo di disturbo, la frequenza e la durata delle apnee.

Le apnee possono avere più origini: pneumologiche, o da problemi ai polmoni o di natura ostruttiva, con una riduzione del canale di passaggio dell’aria. In caso siano di natura ostruttiva rientrano nel campo delle OSAS cioè sindrome da apnea ostruttiva del sonno.

In questo caso, si valuta se intervenire con un dispositivo medico di avanzamento mandibolare di precisione, realizzato in laboratorio, che porta durante il sonno la mandibola qualche millimetro più avanti, aumentando il flusso dell’aria e eliminando le apnee.

What are you waiting for?

Book your checkup now
The first assessment checkup is free